Seguici su
Cerca

Chiesa Parrocchiale di San Guniforte

Il disegno più antico della parrocchiale di Nosate è contenuto negli atti della Visita pastorale di San Carlo Borromeo del 1570. A quell’epoca la chiesa era a pianta rettangolare (6×9, metri) con abside circolare. Nel 1738, come attesta un disegno dell’Archivio parrocchiale, si mise mano al primo rilevante progetto di ampliamento. La nuova struttura, a cinque campate, è ancora oggi riconoscibile; nuove aggiunte furono le cappelle laterali che si aprono sull’unica navata con soffitto a cassettoni. Al 1756 risale la cappella, attualmente dedicata al Crocifisso, voluta dal marchese Scaramuzza Visconti, marchese di Nosate, che probabilmente doveva recare come pala la tela dell’Adorazione dei Magi, ancora oggi conservata. Una descrizione dettagliata dell’edificio è fornita nel 1753 dalla relazione della Visita pastorale del cardinale Giuseppe Pozzobonelli. Nel 1765 veniva realizzato il battistero, nella terza campata della chiesa, rimuovendolo dalla cappella attualmente dedicata alla Madonna dei Carmine, voluta e ultimata da don Pietro Reina nel 1778.

p.zza Borromeo, 1 - Nosate


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri